Certificazioni

La dichiarazione sostitutiva di autocertificazione consiste nella facoltà riconosciuta ai cittadini e alle cittadine di presentare dichiarazioni in sostituzione dei normali certificati.

L’autocertificazione può essere presentata:

  •   alle amministrazioni pubbliche (compresi istituti, scuole e università);
  • ai gestori di pubblici servizi ((es. Poste, Enel, Aziende del Gas, Telecom, ACI, Aziende di servizi pubblici locali, ecc.);
  • ai privati che lo consentono.

Le amministrazioni pubbliche hanno l’obbligo di accettare le autocertificazioni, riservandosi la possibilità di controllo sulla veridicità delle dichiarazioni rese.

In tal modo l’autocertificazione diventa a tutti gli effetti un obbligo e non una mera facoltà discrezionale.

 

 


ATTENZIONE: Dal 01/01/2012 I CERTIFICATI EMESSI DAL COMUNE NON SONO VALIDI E UTILIZZABILI PER I RAPPORTI CON LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI (Questura, Prefettura, Motorizzazione etc.) e con i Privati gestori di pubblici servizi (es. Rai, Enel, Tea etc). Le Pa e i gestori non possono più richiederli ai sensi dell’art. 15 L. 183/2011 : accettarli costituisce violazione dei doveri di ufficio.


 

 Non si può AutocertificareChi può Autocertificare

 


HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.053 secondi
Powered by Simplit CMS